Le batterie del futuro saranno più sicure, economiche e performanti, parola di Goodenough

5 marzo 201712 commenti
John B. Goodenough, conosciuto per aver inventato le batterie agli ioni di Litio, alla veneranda età di 94 anni sviluppa una soluzione alternativa alla sua stessa invenzione.

 

Le batterie agli ioni di Litio sono comunemente utilizzate per smartphone, tablet e laptop. Presto questa soluzione potrebbe essere rimpiazzata da un nuovo tipo di batteria, frutto di uno studio del celebre fisico John B. Goodenough e del tuo team dell’Università del Texas. Si tratterebbe di una batteria non solo più economica ma anche più sicura rispetto a quella a ioni di Litio. La nuova tecnologia sarà in grado di immagazzinare il triplo dell’energia attualmente accumulata dalle Li-Ion, di ricaricarsi in maniera più rapida e di sopportare più cicli di ricarica.

La differenza tra i due tipi di batteria sta nel fatto che la nuova tecnologia è basata su elettroliti di vetro, ciò impedisce l’accumularsi di detriti spesso responsabili di cortocircuiti. Tale tecnologia è inoltre in grado di funzionare anche a temperature molto basse. Un altro plus è rappresentato dalla possibilità di sfruttare materiali eco-sostenibili nella produzione di tali batterie.

Al momento Goodenough e il suo team sono alla ricerca di produttori pronti a testare l’invenzione all’interno di veicoli elettrici o accumulatori di energia. In futuro potremo quindi contare su batterie, non solo più economiche, ma anche più sicure e performanti.

  • Passeranno anni…

  • Giorgio Fusi

    Prima devono svuotare i magazzini

  • Pignolatore®

    Non so cosa si intenda per “futuro” ma, stando a quanto è passato dalla prima volta che ho letto qualcosa a riguardo di nuove tecnologie per le batterie, il futuro dovrebbe già essere arrivato.
    Nel frattempo le batterie sono rimaste agli ioni di litio, hanno incrementato la capacità di massimo tre o quattro volte…ma, in compenso, i dispositivi consumano enormemente più di prima.
    Morale da 5-7 giorni di autonoma ne abbiamo mezza giornata-un giorno e mezzo.
    Quindi? Questo futuro quando arriva?

    • Nicoripara

      Concordo sulla prima parte,ma i telefoni che duravano 7 giorni avevano lo schermo verde ,non li puoi confrontare con quello che offrono adesso. Mi da più fastidio il fatto che non fanno più le batterie estraibili.

      • Pignolatore®

        Tolto che secondo me si possono confrontare benissimo le pere con le banane (per usare un classico esempio di cosa non vada fatto), nel contesto mi sembra anche naturale.
        Se adesso le automobili potessero volare, sfrecciare a 400km/h, venirti a prendere autonomamente ma facessero cento metri ogni litro di carburante, sarebbe comunque una cosa da notare, rispetto alle macchine di “un tempo” che invece non lo facevano.

        • Angelo Mongillo

          E, se queste automobili assicurassero una sicurezza del 99,9% ?

          • Pignolatore®

            Allora sarebbero un mezzo di trasporto molto caro E sicuro. 😉
            Ma ti rigiro la domanda: il risultato del rapporto tra sicurezza/consumi/prestazioni dove è superiore?

          • Angelo Mongillo

            Ahahaha 😂
            Comunque ci sono troppe variabili per dare una risposta esatta… 🤔

          • Pignolatore®

            😉

  • Eosforon Daimon

    Non sono i detriti di un’esplosione, ma i dendriti di una cristallizzazione; fare attenzione a cosa si scrive.

  • stambeccuccio

    Forza.. quando sarò vecchio forse si vedranno i primi prototipi di queste “nuove” batterie.
    Nel frattempo… power bank in tasca, nello zaino ed anche in borsa.

  • lucifero79

    vabbe’ va..se non avessero da sfruttare piu’il petrolio,per le auto elettriche una qualche innovazione l’avrebbero gia’tirata fuori..