Kitty Hawk Flyer, la macchina volante in arrivo sul mercato a fine anno

2 maggio 201719 commenti
Le macchine volanti sembrano essere il futuro. Se da un lato Uber progetta il primo servizio di taxi volanti, il co-fondatore di Big G, Larry Page, finanzia un progetto che ci permetterà molto presto di evitare il tanto temuto caos urbano.

 

Kitty Hawk Flyer è questo il nome del veicolo volante finanziato da Page. Si tratta di un mezzo di trasporto accessibile anche a coloro che non sono in possesso di alcuna patente di guida. Semplice e comodo, questo velivolo non richiederà infatti particolari capacità di guida, basteranno alcuni minuti per prendere confidenza con lo stesso.

I primi prototipi sono stati mostrati ufficialmente il mese scorso durante alcune prove effettuate su uno specchio d’acqua. I modelli di prova sono infatti pensati specificatamente per volare sull’acqua. Kitty Hawk Flyer  è un velivolo elettrico sicuro e autorizzato a sorvolare le aeree trafficate degli Stati Uniti. Il mezzo rientra infatti nella nella categoria Ultralight della normativa FAA (Federal Aviation Administration). Kitty Hawk Flyer esordirà sul mercato entro la fine del 2017. Nel frattempo, per chi fosse interessato, è possibile iscriversi ad una “lista d’attesa”, pagando 100 dollari, per essere i primi a poter acquistare il mezzo. Una volta inseriti nell’elenco potrete anche ottenere uno sconto fino a 2000 dollari sul prezzo finale di Kitty Hawk Flyer, ancora sconosciuto. Quanto sareste disposti a sborsare per un velivolo simile?

  • Jojo

    Ma io non capisco una cosa…
    Se si prospetta e si tenta di realizzare veicoli in grado di volare, in poco tempo anche il cielo inizierebbe ad essere trafficato e dunque il problema del caos urbano verrebbe solamente “deviato” in aria e non risolto in maniera definitiva. Poi un’altra cosa di cui avrei paura volando su delle macchine volanti assieme ad altre persone sarebbero gli incidenti o i tamponamenti per aria. Immaginatevi i problemi ed i pezzi dei veicoli che cadono in terra per strada causando altre problematiche. Io personalmente preferirei la realizzazione delle autostrade sotterranee per risolvere nelle grandi città questi problemi di traffico, come proposto da Elon Musk. Tipo in Italia che vi sono resti di antiche città nel sottosuolo sarebbero meglio le auto volanti però avrei paura di guidarle o di salirci come semplice passeggero (opinione personale). Ancora meglio sarebbero le auto con le gomme a terra, a guida autonoma che eviterebbero traffici se ben realizzate.

    • Doc74

      Infatti questo quà sopra è solo un giocattolo per ricchi annoiati.
      Il discorso diventa serio quando si parla di veicoli autoguidati , come quello che ha in mente uber . Se l’affidabilità è abbastanza alta gli incidenti diventano virtualmente zero .quanto al traffico , se puoi sfruttare lo spazio in 3D anche solo ragionando a livelli è evidente che puoi gestire flussi molto superiori di traffico rispetto ad un modello 2d vincolato oltretutto dalla dimensione delle strade.

      • Jojo

        Secondo te hanno un futuro le auto volanti? Concordo con ciò che hai scritto comunque .

        • Doc74

          hmm se parliamo di motori elettrici , guida automatica e magari di servizio pubblico ( o simil Uber ) io penso di si
          Per uso personale invece non sò , o almeno non in tempi cosi brevi .

          • Jojo

            Concordo per l’uso pubblico ma per quanto riguarda quello privato beh…
            Immaginati i tamponamenti

          • Doc74

            Per quello è necessario che la guida non sia manuale , ma automatica, gestita da un computer .
            Anche perchè guidare una macchina volante , per quanto semplice è sicuramente piu complesso di guidare una auto normale. Se il sistema garantisse la quasi totale assenza di tampoanmenti anche un uso privato sarebbe possibile. Però come detto se ne può parlare sulla lunga distanza. Per ora sarebbe gia bello vedere i taxi Uber svolazzare nel 2020 come annunciato

          • Jojo

            Giusto giusto. Secondo me i veicoli a guida autonoma in un futuro più prossimo (tipo 2030) se si procede a questo ritmo, si diffonderanno rapidamente. Solo che la quasi totalità dei tamponamenti è difficilissimo da raggiungere come risultato. Confido in Uber comunque. Ti ringrazio per il costruttivo scambio d’idee, davvero. Mi fa piacere confrontarmi con gente più grande di me.

          • teob

            Un servizio pubblico aereo automatico sarebbe qualcosa di fenomenale … Un tragitto che dura per i chilometri effettivi e non per la coda al semaforo

          • teob

            Scusami perché oggi cosa succede a terra con le auto. Tutto quello lasciato in mano allo stupido uomo che mentre guida fa sempre altro oppure non è mai al 100% ( sonno alcool ecc) non è problema oggi ? I morti per incidenti sono tra i primi posti ma nessuno se ne frega

    • teob

      Si ma in aria con più livelli di viabilità non ci sarebbero code e semafori e attese. Il viaggio durerebbe solo per l’effettivo chilometraggio e non per gli ostacoli che l’uomo si è messo davanti da solo….
      Le autostrade sotterranee si belle ma prova a trovarti in mezzo ad un incidente sotto terra 😉

  • Pignolatore®

    Io sto ancora aspettando il jetpack e lo skateboard gravitazionale, il resto è fuffa 😉

    • teob

      Queste macchine saranno il futuro … C è da chiedersi quanti decenni passerrano prima che in Italia troveranno una normativa per autorizzarli al volo…. Molto meglio una bella ed inutile domenica a targhe alterne 🙂

      • sanio
        • teob

          Peccato la divisa da lavoro … Non mi piace il verde 🙂

      • Pignolatore®

        Ovviamente era una battuta, eh! 😉
        Però, seriamente, credo che il vero futuro del trasporto dovrebbe esser quello organizzato, pubblico o privato che sia: treni, aerei, bus, tram, taxi/uber/etc, e via dicendo.
        Sicuramente non nel futuro prossimo, ma il modo più sicuro per ridurre il traffico è quello di limitare il più possibile il trasporto privato. È ovvio, però, che i servizi devono funzionare ed essere capillari o si peggiora solo.

        • teob

          Per me ci vuole una rivoluzione nel. trasporto … Troppe persone che si muovono nelle grandi città non ci si può affidare solo al trasporto pubblico almeno nel ns paese dove le cose semplici sono montagne invalicabili. Quando vado in Germania o Olanda per esempio mi viene quasi da “piangere” vedendo come tutto con un Po di organizzazione sia funzionale e fruibile…. Poi ritorno e piango proprio 🙂

          • Pignolatore®

            Certo certo, ma infatti il mio era un discorso assolutamente generale…e considera che parlo di trasporto pubblico E privato.
            E sì, il nostro paese presenta numerosi problemi a riguardo, ma c’è anche da dire che “noi” siamo quelli che in autostrada stanno nella corsia di mezzo anche quando quella a destra è libera e “ci” attacchiamo al bagagliaio di quello davanti per farlo spostare…cioè: i problemi non sono solo a livello dirigenziale 😉

          • teob

            La dirigenza e la politica rispecchiano perfettamente l italiano 😉

          • Pignolatore®

            Direi che siamo d’accordo 🙂