Firefox OS: Mozilla sventola bandiera bianca

4 febbraio 201711 commenti
Firefox OS, pur tenendo conto di un'idea di partenza sicuramente originale, in grado di distinguere questa realtà dai sistemi operativi concorrenti, non è mai riuscito a convincere del tutto in termini di prestazioni e di successivi sviluppi del software.

Cala il sipario su Firefox OS

Ci si sarebbe, forse, aspettati progressi di maggiore importanza in quest’arco di tempo ma, almeno per ora, nessuna idea è stata in grado di contrastare i giganti Android e iOS. Per cui, in virtù degli scarsi risultati conseguiti (sul mercato prima e nel contesto Internet of things poi), Mozilla ha ufficializzato l’inevitabile decisione di chiudere la divisione IoT.

Le conseguenze della resa non si sono fatte attendere: 50 dipendenti che componevano il team di sviluppo sono stati licenziati, mettendo fine ad un progetto che, in un altro momento e secondo altre condizioni, avrebbe potuto fare la differenza. In questo caso, l’organizzazione tornerà a concentrarsi esclusivamente sul browser, dimenticando Firefox OS.

  • ALex

    Dispiace sempre vedere un impoverimento dell’offerta, tanto più quando qualcuno ci rimette pure il posto di lavoro.
    Volendo essere puramente tecnici, un’altra vittima del duopolio. Mi chiedo a volte in che misura Android e iOS siano un bene e in che misura siano un male.
    La lista dei caduti a loro imputabili finora sono (correggetemi se sbaglio):
    – Symbian (il più clamoroso, ha pure trascinato Nokia nel baratro);
    – BB10 (in agonia, più che scomparso);
    – Windows Phone/Windows Mobile (in agonia pure lui);
    – Meego/Harmattan (scomparso).

    😔

    • Jojo

      Esattamente

    • olè

      sono quasi d’accordo su tutto, però secondo me, ci sono delle differenze

      -symbian non ha visto il cambiamento e ha imperversato su un sistema che, anche al suo apice, aveva comunque parecchie lacune, insomma potremmo dire che si sono adagiati sugli allori, poi la scelta di nokia di continuare a differenziarsi non ha pagato, o per lo meno non sta pagando.

      -blackberry, più che colpa dell’os in se, secondo me, è stata vittima della loro politica dei prezzi, la stessa che danneggia sony e htc.

      in ogni caso, voglio solo aggiungere che il problema non può essere risolto inserendo nuovi os, perchè non sono gli os il problema il problema sono gli store, quindi o il nuovo os entra nel mercato con uno store già fornito, o per lo meno con le principali app, o trova un modo di appogiarsi ad un altro store, altrimenti il gap è ormai incolmabile, gli store android e ios sono nati nello stesso periodo, più o meno e adesso sono assolutamente paragonabili, nonostante tutto ci sono ancora delle differenze, giusto per citare la più recente, supermario… la cosa preoccupante è la mancanza di lungimiranza dei competitor e mi riferisco in primis a microsoft, che ha tutte le carte in regola per contrastare androidios ma avendo fatto quelle “zozzate” con i servizi google e non avendo spinto fin dal principio nello store e avendo ritardato troppo la maturità del sistema, io credo che sia arrivato al capolinea o che possa reggere un altro paio d’anni non di più.

      • ALex

        Sì sì, ovviamente più che carenze intrinseche dei vari sistemi operativi, penso siano strate scelte strategiche che col senno di poi si sono rivelate quantomeno discutibili.
        Harmattan e BB10 per esempio avevano/hanno caratteristiche di tutto rispetto e che per certi versi sono anche più avanzate di quelle dei 2 competitor (multitasking, Hub,…). Penso che considerando la situazione, l’unica possibilità potrebbe essere la creazione di sistemi operativi che possano essere usati dai vari produttori e la creazione di app multipiattaforma. Ovviamente ci dovrebbe essere qualcosa che renda questi sistemi operativi preferibili agli esistenti, perché sennò sarebbero solo dei cloni.
        Nokia non ci ha creduto fino in fondo mentre BlackBerry ha azzardato scelte hardware che, per quanto originali, non hanno pagato sul lungo termine.
        Purtroppo oggi più che OS e dispositivi specifici per lavoro o gioco, si preferiscono soluzioni general purpouse, campo in cui il duopolio è difficilmente battibile. BB strizza l’occhio alla produttività in ambito lavorativo, arrivando a produrre smartphone con display quadrati che però non sono per niente appetibili al resto dell’utenza, che sfortuna vuole per BB che sia la stragrande maggioranza.
        Personalmente vedo difficile un cambio di tendenza (poi Symbian ci ha insegnato a non dare mai nulla per scontato).
        Non dimentichiamo poi che le Google App sono ben piantate sia nell’uso quotidiano che in Android, per cui chi non ha queste app parte un bel po’ svantaggiato, a mio modo di vedere.

      • teob

        BB aveva un vantaggio…le push mail con server dedicato ai tempi delle connessioni lente e costose. Quando le reti si sono evoluti non hanno saputo stare al passo

    • Ti sei dimenticato bada e la sparizione di Justin Hong

      • ALex

        Bada, Tizen, Meego & derivati penso siano uno dei più lampanti esempi di cosa possa portare l’indecisione dei produttori. Mille false partenze e cambi di rotta.

    • Iacopo Guarducci

      Aggiungo WEBOS di Palm,
      a mio avviso il migliore di tutti…

  • Oramai col predominio di Apple e Google nel campo dei sistemi operativi tutto il resto viene fagicitato. Potranno essere sistemi rivoluzionari quanto volete, ma finchè non fanno qualcosa che catturi l’attenzione dei consumatori sarà inutile. E’ lo stesso discorso di Windows Phone, ottimizzatissimo, scattante e con 0 app o sviluppate male, perché la gente dovrebbe usarli se può contare su sistemi più rodati? Ora mi piacerebbe sapere che fine faranno gli SmartTV con FirefoxOS di Panasonic, verranno abbandonati a sé stessi senza aggiornamenti e le apps diventeranno inutilizzabili e smetteranno di aggiornarle/aggiungerle? Abbiamo già visto con Opera sui Sony di qualche anno fa in che condizioni sono… E chi ci rimette è l’utente inesperto che si ritrova con dei fermacarte.

    • Tony Musone

      l’esperto non l’avrebbe mai preso, l’inesperto si ritrova con quello che ha sempre e solo usato: un TV